Articolo Selezionato
Pagine Statiche

Cerca in questo Sito

Loading
Articoli Pubblicati
Nota Bene: Per Articoli più datati utilizzare il riquadro "Cerca in questo Sito" per argomento.

venerdì 7 marzo 2014

Impianti Solari Termici - Differenze fondamentali


Si evidenzia che tutta la parte a monte degli scambiatori di calore collegati al circuito solare non costituisce oggetto di denuncia nei metodi e nelle forme degli impianti termici tradizionali ma si identifica concettualmente nelle classiche denunce degli Apparecchi a Pressione solitamente soggetti al DM 329/2004 e all'applicazione della Direttiva Ped (97/23/CE).


Per questa parte d'impianto, pertanto, non devono essere compilati Modelli RR, RD, e quant'altro solitamente previsto per le centrali termiche soggette al DM 1/12/75.
Quanto sopra anche nel caso, quasi "AUTOMATICO" in cui vi siano collegati vasi di espansione, valvole di sicurezza, valvole di scarico termico, accumulatori, ed altre apparecchiature o dispositivi tipici degli impianti di riscaldamento tradizionali.
Ovviamente tale parte dell'Impianto Solare (il cosiddetto "Circuito Solare") non potrà prescindere dal resto dell'impianto costituito dai Circuiti Utilizzatori cui Ë necessariamente correlato.
Si fa presente fin da ora comunque che:
nello stesso Impianto Solare, costituito dallo stesso Circuito Solare e dallo stesso sistema di collettori solari,possono essere presenti più centrali termiche assimilabili alle tradizionali centrali, costituite però da uno o più "scambiatori solari" collegati in parallelo ed afferenti allo stesso circuito utilizzatore.
Si riporta in figura uno schema impiantistico tipo che può aiutare a chiarire la situazione.

(Per vedere l'immagine ingrandita premere il seguente Link )

Circuiti utilizzatori distinti, per quanto aventi in comune lo stesso Circuito Solare, saranno considerati dai Dipartimenti di Cagliari e Sassari, fino a nuova ed ufficiale interpretazione della Sede Centrale dell'Inail, quali Centrali Termiche distinte e quindi soggette a Denunce distinte ... e a pagamenti del relativo onere distinti.
Un Impianto solare quindi, dal punto di vista burocratico, sarà costituito da due o più denunce (ognuna con i propri bollettini di pagamento):
- Una denuncia di tutte le attrezzature a pressione del Circuito Solare;
- Una o più denunce per ogni Centrale termica di ogni Circuito Utilizzatore.
Chiaramente le stesse dovranno fare riferimento l'una all'altra affinché si possa giungere ad un unico contestuale sopralluogo conclusivo.

Questo è il motivo principale per cui si è pensato di "ri-adattare" la modulistica tradizionale a questa nuova e particolare fattispecie impiantistica, con l'obiettivo di agevolare i progettisti e gli installatori ed evitare loro la violazione involontaria delle norme vigenti.

Nello schema in figura sarebbero state necessarie 3 (TRE) Denunce.
La parte in cui predomina il colore celeste (vasi compresi) fa parte del circuito solare, mentre la parte in cui predomina il colore rosso fa parte (vasi compresi) dei 2 circuiti utilizzatori (caratterizzati da 2 centrali, costituite, a loro volta, da due Scambiatori Solari: uno "A Piastre" e l'altro "A Serpentina” (Scambiatore-Bollitore-Generatore)).






Rubrica Errori Comuni




Social Diffusion

VOTA E CONSIGLIA SU
GOOGLE PLUS
FACEBOOK
TWITTER
LINKEDIN
E-MAIL
TUMBLR
TECHNORATI Add to Technorati Favorites
Pagine Statiche Sezione Precedente Sezione Successiva Fondo Pagina Autoscorrimento Blocca Scorrimento